Alogna Tampalini Sassanelli

La leggenda Paganini – Ce.Mi.Vet. – ore 17.30

LA LEGGENDA PAGANINI

Davide Alogna violino
Giulio Tampalini chitarra
Paolo Sassanelli attore

Musiche di Paganini

Monologo in un atto per voce recitante, violino e chitarra
regia, Paolo Sassanelli
testo di Biancamaria Melasecchi, Filippo Michelangeli, Paolo Sassanelli
ideazione, Filippo Michelangeli

“La leggenda Paganini” racconta al pubblico questo straordinario musicista attraverso un format che alterna una voce recitante, quella del popolare attore Paolo Sassanelli che ha curato il testo con Bianca Melasecchi e Filippo Michelangeli, alle prodezze musicali di due virtuosi di prim’ordine, il violinista Davide Alogna e il chitarrista Giulio Tampalini. Perché suonare Paganini non è cosa da tutti, ci vogliono mani d’acciaio e anni di studio. Lo spettacolo è in un tempo unico, per non interrompere mai la tensione dell’evento, e prevede l’esecuzione dei grandi capolavori del compositore genovese, i Capricci per violino solo, la Sonata Concertata per violino e chitarra, Ghiribizzi e le Variazioni sul Carnevale di Venezia per chitarra, il celebre Cantabile in Re maggiore, la prima Sonata per violino e chitarra dal “Centone” e il guizzo inconfondibile della “Campanella”, tratta dal terzo tempo del Concerto n. 2 per violino e orchestra.
«Paganini non ripete?». Scopritelo guardando lo spettacolo.

Lo spettacolo ha debuttato il 5 maggio 2017 al Teatro Comunale Verdi di Pordenone per il 22° Pordenone Music Festival.

PROGRAMMA

Niccolò Paganini
Ghiribizzo n. 27 in Re maggiore per chitarra
Capriccio n. 16 in Sol minore per violino
Romanza dalla “Grande Sonata per chitarra sola”
Capriccio n. 24 in La minore per violino
Sonata n. 1 in La minore (dal Centone di Sonate per ch e vl)
Sonata concertata in La maggiore op. 61 MS 2 per ch e vl
– Allegro spiritoso
– Adagio assai espressivo
– Rondeau, allegretto con brio, scherzando
Moto perpetuo per violino e chitarra (originale per violino e pf)
Cantabile in Re maggiore per violino e chitarra (originale per vl e pf)
La Campanella, 3° tempo del Concerto n. 2 per violino e chitarra (originale per violino e orchestra)

Paolo Sassanelli

Paolo Sassanelli è nato a Bari nel 1958. Principalmente attore teatrale, dopo essere stato diretto da registi eccellenti come Vito Signorile, Nino Manfredi, Pierpaolo Sepe e Marcello Cotugno in opere che vanno da Goldoni a Calvino, da Shakespeare a Garcia Lorca, appare in televisione nel film tv Don Chisciotte di Maurizio Scaparro, ma soprattutto nel telefilm Classe di ferro di Bruno Corbucci, nel ruolo del soldato Gabriele Serra, cameriere del ristorante Santa Lucia di Bari che è chiamato al servizio militare obbligatorio. Un ruolo che gli ha portato fortuna nel mondo dello spettacolo televisivo, infatti, dopo essere stato diretto più volte da Leandro Castellani, recita nelle fiction Se non avessi l’amore e I padri della Patria.

Il suo film d’esordio cinematografico è invece legato al regista e amico Gianni Zanasi che lo dirige in Nella mischia, primo di una lunga serie di pellicole che l’attore farà con l’autore. Dopo Colpo di luna, allaccia un forte sodalizio artistico anche con il regista Matteo Garrone che lo imporrà nel cast di molte sue opere. Dopo la commedia Matrimoni con Stefania Sandrelli, recita il ruolo del medico omosessuale Oscar, nella serie tv Un medico in famiglia. Poi è diretto da Alessandro Piva in uno dei film più belli della sua carriera cinematografica: Lacapagira con Dino Abbrescia. Negli anni Duemila, Sassanelli si impone in drammi e commedie tutte italiane, grazie a Il fratello minore, Tandem, Fate come noi, Senza filtro e L’ultima lezione. Protagonista della serie tv Compagni di scuola, del film tv Padri e della fiction Una famiglia per caso, torna sul grande schermo con Sotto gli occhi di tutti, Cronaca rosa, La vita che vorrei, Uomini e zanzara, E se domani… Inoltre recita ne Ma che ci faccio qui!, Rosso come il cielo, Last Minute Marocco e Giorni e nuvole di Silvio Soldini. È nuovamente di scena nelle miniserie Codice Rosso e Raccontami, piccoli successi della televisione nostrana. Continua sul grande schermo con Giulia non esce la sera e La casa sulle nuvole.

Sotto la direzione di Lucio Pellegrini lo troviamo in Figli delle stelle in Questo mondo è per te. Nel 2016 scrive, a quattro mani con Luca Pirozzi, il libro “Django, la leggenda del plettro d’oro” (edizioni Curci) nel quale ripercorre la straordinaria parabola umana e artistica del chitarrista jazz belga Django Reinhardt (1910-1953). Dal libro è stato ricavato uno spettacolo che ha debuttato con successo in tutta Italia.

Davide Alogna

Davide Alogna ha una formazione musicale eclettica e internazionale. Si è diplomato con il massimo dei voti in violino e in pianoforte presso i Conservatori di Como e Ferrara, in musica da camera e in violino al Conservatorio di Parigi. Si è perfezionato con Giuliano Carmignola all’Accademia Chigiana di Siena che lo ha definito”un grandissimo talento”. Nel 2016 ha debuttato da solista alla Carnegie Hall, Sala Stern, di New York e nel 2017 al Teatro alla Scala di Milano accompagnato dai Cameristi della Scala registrando “Sold out” e riscuotendo ampio successo di critica sulle principali testate giornalistiche (Rivista Musica, LaStampa, MtgLirica, Il giornale della Musica).

Si esibisce regolarmente da solista nelle più importanti sale da concerto di tutto il mondo come la Berliner Philharmonie, Smetana Hall di Praga, Salle Cortot di Parigi, Suntory Hall di Tokyo, Herkulesaal in der Residenz, Gasteig di Monaco di Baviera, Auditorium Verdi di Milano, Palau de Bellas Artes di Città del Messico, Teatro Colon di Buenos Aires, Cairo Opera House, Ateneo di Madrid, Prince Mahidol Hall di Bangkok, Yongsan Art Hall di Seoul.

Collabora con musicisti quali Natalia Gutman, Ėliso Virsaladze, Bruno Canino, Roberto Prosseda, Roberto Plano, Giulio Tampalini e suona regolarmente da solista con prestigiose orchestre quali la Filarmonica Toscanini di Parma, i Cameristi della Scala, Chamber Orchestra of New York, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro, la Filarmonica Italiana, ailand Philharmonic Orchestra, la North Czech Philarmonic, la Kammerphilharmonie Munchen, Cairo Symphony Orchestra, Adana State Orkestra, Istanbul Chamber Orchestra, l’Orchestra Tchaikovsky, l’Orquestra Sinfonica de Estado de Mexico, Monterrey Symphony e molte altre. Premiato in diversi concorsi nazionali e internazionali, tra cui nel 2009 il primo premio al concorso solistico “Prix d’Interpretation Musicale” de la Citè Universitaire de Paris e l’INAEM di Spagna. Nel 2010 il Comune di Milano gli ha conferito il “Premio all’eccellenza nella Musica 2010”. Ha registrato diversi cd da solista per Naxos, Brillant Classics, Suonare News, Amadeus (che gli ha dedicato 2 copertine), Phoenix Classics e Velut Luna. E’ stato ospite di trasmissioni per Rai1, Radio Classica, RadioRai, Radio Toscana Classica, RadioFrance. Recentemente la Radio della Svizzera Italiana (RSI2) ha dedicato ben 4 puntate ai suoi ultimi progetti discografici e alla sua attività concertistica.

Ha lavorato con Edizioni Curci come revisore di alcune opere inedite per violino di Mario Castelnuovo- Tedesco. Nel mese di settembre 2018 uscirà il suo nuovo cd per violino e orchestra distributo in tutt’Italia dalla rivista “Suonare News”. Davide è docente di violino al Conservatorio “F.Cilea” di Reggio Calabria. Suona su due strumenti: un Giuseppe Fiorini, München, 1906 ed un Carlo Antonio Testore, Milano 1715.

Giulio Tampalini

Giulio Tampalini è oggi uno dei più conosciuti e carismatici chitarristi classici europei. Vincitore del Premio delle Arti e della Cultura nel 2014, oltre 25 dischi solistici all’attivo, si è imposto in alcuni dei maggiori concorsi di chitarra, a cominciare dal primo premio al Concorso Internazionale “Narciso Yepes” di Sanremo (presidente della giuria Narciso Yepes), al T.I.M. di Roma nel 1996 e nel 2000 e al “De Bonis” di Cosenza, no alle a ermazioni al “Pittaluga” di Alessandria, al “Fernando Sor” di Roma e al prestigioso “Andrès Segovia” di Granada, tiene concerti da solista e accompagnato da orchestre sinfoniche in tutta Italia, Europa, Asia ed America (Teatro La Fenice Venezia, Parco della Musica Roma, Shubert eatre Tremont Boston U.S.A., Teatro Renascença Porto Alegre BRAZIL, Ithaca College New York U.S.A., Qintai Grand eatre Wuhan CHINA, Cearte Arts Centre Baja California MEXICO, Muhsin Ertuğrul eatre Istanbul TURKEY, Safadi Foundation LEBANON, Nadine Chaudier etre Avignon FRANCE, Musée International de la Croix-Rouge Geneve SWITZERLAND, Salle Jacques Huisman éâtre National Bruxelles BELGIUM ecc). Nel 2001 ha partecipato al Concerto di Natale in Vaticano in onore del Papa. Numerose sono le sue collaborazioni musicali, tra cui quella con le prime parti dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Il suo doppio CD “Francisco Tarrega: Opere complete per chitarra” è stato premiato nel 2006 con la Chitarra d’Oro al Convegno Internazionale di Chitarra di Alessandria come Miglior CD dell’anno. Tra i numerosi dischi che ha pubblicato, moti hanno ottenuto consensi unanimi e premi della critica: il “Concierto de Aranjuez” di Joaquin Rodrigo per chitarra e orchestra, con l’Orchestra del Festival Internazionale Arturo Benedetti Michelangeli, le Opere e Sonate per chitarra di Angelo Gilardino, la raccolta completa delle Sei Rossiniane di Mauro Giuliani, il Concerto n. 1 op. 99, il Quintetto op. 143 e il Romancero Gitano di Mario Castelnuovo- Tedesco, con l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’opera completa per chitarra di Miguel Llobet e un DVD contenente tutte le opere per chitarra sola di Heitor Villa-Lobos, progetto realizzato per la prima volta al mondo su video. Nel 2016 ha scritto un libro dal titolo “La Musica è Felicità”, in collaborazione con Marcello Tellini, in vendita in tutte le librerie italiane (Edizioni In nito). Giulio Tampalini è docente di Conservatorio e tiene regolarmente corsi e masterclass in tutta Italia e all’estero. Dal 2017 è artista Warner Classics, con cui ha registrato il CD “ e Spanish Guitar”.

 

 

Ingresso a OFFERTA libera. Per prenotazioni compilare il modulo sottostante o telefonare almeno 3 giorni prima al numero 339 – 7960148, e-mail: lavocediognistrumento@gmail.com